Guardia di Finanza
Guardia di Finanza
Cronaca

Fatture per operazioni inesistenti: sequestro di 4 milioni per un'azienda di Gioia del Colle

Documentazione falsa rintracciata dalla Guardia di Finanza

Sequestro preventivo di beni, per un valore complessivo di circa quattro milioni di euro, nei confronti di una società della provincia di Bari da parte della Guardia di Finanza. L'azienda, operante nel settore del recupero per il riciclaggio di cascami e rottami metallici, è accusata del reato di dichiarazione fraudolenta mediante l'uso di fatture per operazioni inesistenti, per gli anni dal 2016 al 2020.

Il decreto di sequestro preventivo, emesso dal G.I.P. del Tribunale di Bari, su richiesta della locale Procura della Repubblica, costituisce l'epilogo di un'attività investigativa, condotta dalle fiamme gialle sotto l'egida dell'ufficio del pubblico ministero, che ha permesso di accertare che la società si sarebbe avvalsa di documenti per operazioni inesistenti, riconducibili a soggetti sconosciuti all'anagrafe tributaria, o aventi domicilio diverso, o deceduti alla data di emissione.

Significativi elementi di riscontro sono stati acquisiti, inoltre, dalle informazioni rese dagli oltre 220 soggetti escussi in atti, i quali hanno disconosciuto tutte le ricevute loro intestate, implicanti il conferimento di grosse quantità di materiale (a fronte di conferimenti per piccoli importi) e dichiarato, in alcuni casi, di non conoscere la società. La contabilizzazione e la dichiarazione delle operazioni attestate dai falsi documenti, per un importo complessivo di oltre 15 milioni di euro, ha consentito un risparmio d'imposta pari all'importo in sequestro.

Considerato l'elevato valore indiziario degli elementi acquisiti dalla Tenenza di Gioia del Colle, la locale Procura della Repubblica - in virtù della normativa che prevede la possibilità di applicazione anche della "confisca per equivalente" - ha avanzato una richiesta di sequestro, al fine di inibire il consolidamento del vantaggio economico derivante dalla presunta evasione. Il G.I.P., valutata la richiesta, ha emesso il decreto di sequestro preventivo di beni nella disponibilità della società e, in subordine, del legale rappresentante della stessa.
  • Cronaca
Altri contenuti a tema
Sta per partorire in auto, donna di Molfetta viene scortata dai Carabinieri Sta per partorire in auto, donna di Molfetta viene scortata dai Carabinieri La storia emozionante di una mamma: «Senza di loro non ce l'avrei fatta»
Tentato furto in A14, interviene la polizia. Malviventi in fuga Tentato furto in A14, interviene la polizia. Malviventi in fuga È successo all'area di sosta "Dolmen Est". Rintracciata la vittima e restiuiti i colli rubati
Cadavere carbonizzato a Barletta, si indaga per omicidio Cadavere carbonizzato a Barletta, si indaga per omicidio La Polizia non esclude alcuna pista
Identificato il ragazzo spagnolo investito sulla SS100: addio a Mateo Correas Identificato il ragazzo spagnolo investito sulla SS100: addio a Mateo Correas Il 21enne atleta si trovava in Italia per studiare con il programma Erasmus
Trovato cadavere semicarbonizzato nelle campagne tra Andria e Barletta Trovato cadavere semicarbonizzato nelle campagne tra Andria e Barletta Il ritrovamento questa mattina nell'agro di Montaltino
Maltempo a Lecce: danni al campanile di piazza Duomo Maltempo a Lecce: danni al campanile di piazza Duomo Intervento dei Vigili del fuoco per mettere l'area in sicurezza
Pescatore folgorato vicino Ugento: è in rianimazione Pescatore folgorato vicino Ugento: è in rianimazione L'uomo si trova ora all'ospedale di Tricase
Rapina in una villa di Monopoli: tre arresti Rapina in una villa di Monopoli: tre arresti Dopo aver aggredito il proprietario avevano portato via soldi e gioielli
© 2001-2023 PugliaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
PugliaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.