Parrocchetto
Parrocchetto
Attualità

Gravi danni alle colture per i pappagalli: i Comuni del Nord Barese scrivono alla Regione Puglia

Il parrocchetto monaco sta devastando piantagioni e frutti di alberi

Gli agricoltori sono alle prese con una situazione di emergenza causata dalla crescente presenza sul nostro territorio di un pappagallo proveniente dall'Argentina, il parrocchetto monaco (Myiopsitta monachus).

Negli ultimi anni, la presenza di questa specie 'aliena' si è notevolmente diffusa nel Nord Barese, causando danni significativi che in taluni casi azzerano le produzioni di frutta, soprattutto di mandorle e melograni.
In particolare, i volatili sembrano prediligere le mandorle e dimostrano una notevole abilità nel beccare e rompere il guscio, danneggiando irrimediabilmente gli alberi e causando perdite economiche rilevanti agli agricoltori.
La problematica e la diffusione di questa specie cominciano ad interessare in modo consistente anche le attività vivaistiche.

Le campagne e i centri abitati sono diventai oramai il luogo ideale per questi pappagalli, che sembrano essersi adattati perfettamente al nostro microclima. Inoltre, la presenza sempre più numerosa di stormi di pappagalli ha un impatto negativo sull'ambiente rurale.

«Mi preme sottolineare che il problema non riguarda solamente le coltivazioni, ma anche la salute pubblica. Come riportato da alcune fonti, questi pappagalli potrebbero trasmettere malattie come la psittacosi, e i loro nidi, che possono raggiungere fino a 200 chili di peso, rappresentano un serio rischio per i passanti nei centri urbani - dichiara l'assessore all'Agricoltura, Floricoltura, Attività Produttive e Sviluppo Economico Michelangelo De Palma, che scrive una lettera con richiesta di incontro urgente all'Assessore Regionale all'Agricoltura Donato Pentassuglia per conto del Comune di Terlizzi, ma facendosi portavoce anche dei comuni di Bitonto, Ruvo, Molfetta, Giovinazzo e delle Associazioni di Categoria Cia e Coldiretti regionali, con cui la problematica è stata condivisa per le vie brevi - È del tutto evidente - aggiunge - che il problema è di notevole entità e richiede una risposta immediata e coordinata. Non possiamo permettere che questa situazione continui a minacciare il nostro settore agricolo, già impegnato in molte altre sfide. Per queste sintetiche ed iniziali ragioni e consapevoli delle diverse sensibilità sul tema, chiediamo urgentemente un incontro al fine di discutere le misure necessarie per affrontare questa emergenza. È essenziale lavorare insieme come di consueto, in stretta collaborazione con le Autorità Regionali e Locali, per sviluppare una strategia efficace che possa contenere la proliferazione di questa specie e proteggere il nostro settore agricolo dalla sua vorace presenza che assume i contorni della calamità ove non affrontata adeguatamente».
  • Regione Puglia
Altri contenuti a tema
Ondata di calore in Puglia oggi e domani Ondata di calore in Puglia oggi e domani L'avviso della Protezione civile regionale
Prosegue il G7 in Puglia: il programma Prosegue il G7 in Puglia: il programma Nel pomeriggio ci sarà anche Papa Francesco
G7 in Puglia, il procuratore sequestra Mykonos Magic si procede per inadempimento e frode G7 in Puglia, il procuratore sequestra Mykonos Magic si procede per inadempimento e frode Notificato il sequestro d’urgenza del mezzo disposto dal procuratore capo di Brindisi
I "Grandi della Terra" in Puglia per il G7: si parte domani I "Grandi della Terra" in Puglia per il G7: si parte domani Gli incontri si terranno a Borgo Egnazia, nel Comune di Fasano
Nuove assunzioni per la Sanità pugliese: c'è il via libera della Giunta regionale Nuove assunzioni per la Sanità pugliese: c'è il via libera della Giunta regionale Circa 1.400 dal primo luglio 2024, circa altre 950 dal 1° gennaio 2025
Bandiere Blu 2024, la Puglia ottiene 24 riconoscimenti Bandiere Blu 2024, la Puglia ottiene 24 riconoscimenti La provincia più premiata è quella di Lecce
Pappagalli nelle campagne pugliesi: l'assessore Pentassuglia dà seguito alle promesse Pappagalli nelle campagne pugliesi: l'assessore Pentassuglia dà seguito alle promesse Si va verso un piano di contenimento della proliferazione dei parrocchetti monaci
Emiliano convocato dall'Anti-mafia il prossimo 2 maggio Emiliano convocato dall'Anti-mafia il prossimo 2 maggio Il Governatore teme strumentalizzazioni per il voto di fiducia in Regione
© 2001-2024 PugliaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
PugliaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.