Antonio Decaro
Antonio Decaro
Attualità

Il popolo del centrosinistra a Bari con Antonio Decaro

Questa mattina è andata in scena in piazza del Ferrarese la manifestazione "Giù le mani da Bari"

Parlamentari, consiglieri comunali, sindacalisti, preti antimafia, associazioni, amministratori dalla ex provincia e da tutta la Puglia e tanta gente comune. Erano migliaia questa mattina, 23 marzo, in piazza del Ferrarese per la manifestazione "Giù le mani da Bari", organizzata dal centrosinistra cittadino per rispondere alle accuse di infiltrazioni mafiose nell'amministrazione guidata da Antonio Decaro.

E Decaro, insieme al presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, è stato a lungo atteso da chi ha scelto di passare una sabato mattina diverso, per sostenerlo nella sua "re-azione" contro le ispezioni ministeriali annunciate dal Ministro dell'Interno, Matteo Piantedosi. Ora la battaglia, secondo il popolo di piazza del Ferrarese, è tutta politica. Il centrodestra - hanno ribadito dal palco in tanti - vuole strumentalizzare l'inchiesta della Procura della Repubblica di Bari per vincere le elezioni amministrative.

Un'accusa che da destra respingono al mittente, un'accusa che però è stata lanciata forte e chiara da Emiliano e Decaro, i quali non intendono lasciare che Bari sia in alcun modo infangata dopo un lungo percorso per sottrarre territori cittadini al malaffare ed alla malavita organizzata.

«Bari non sta né con la mafia, né con la politica», ha tuonato dal palco il sindaco uscente, ribadendo quanto di buono fatto e chiamando tutti i cittadini perbene a ribellarsi alla logica di un sud perennemente schiacciato da stereotipi. Non sta con la politica sic et simpliciter la gente perbene, secondo gli esponenti di centrosinistra, ma la gente sta con chi ha saputo rappresentarla ad ogni livello resistendo a pressioni ed infiltrazioni.

Sul piatto della bilancia delle prossime elezioni amministrative restano due considerazioni: la prima è che c'è bisogno che la magistratura vada a fondo, che quella borghesia agiata trasversale che godeva (o avrebbe goduto sino a sentenza) di appoggi nei clan resti lontana dalla politica, dagli affari, dal tessuto economico barese; la seconda è che nelle prossime settimane sapremo di più su una vicenda amarissima, in cui però il centrodestra sembra uscirne non benissimo ed il centrosinistra sembra aver ritrovato compattezza. Sino alle primarie, s'intende.
  • Bari
Altri contenuti a tema
A Bari 20mila euro di sanzioni nel primo giorno di controlli su bici elettriche e scooter A Bari 20mila euro di sanzioni nel primo giorno di controlli su bici elettriche e scooter Le attività della Polizia Locale si sono svolte ieri pomeriggio in piazza del Ferrarese
Quasi 120mila calzature di contrabbando sequestrate nel porto di Bari Quasi 120mila calzature di contrabbando sequestrate nel porto di Bari L'azione è frutto di un importante Protocollo di Intesa siglato tra Guardia di Finanza e Agenzia Dogane e Monopoli
Mistero a Carbonara di Bari: due giovani feriti con colpi di pistola Mistero a Carbonara di Bari: due giovani feriti con colpi di pistola Si sono presentati spontaneamente in ospedale, indagi in corso della polizia
Primarie del centrosinistra a Bari, è guerra a colpi di sondaggi Primarie del centrosinistra a Bari, è guerra a colpi di sondaggi Due diverse rilevazioni effettuate nei giorni scorsi hanno dato esito opposto. L'affondo di Laforgia
Si rivolsero ai clan: licenziate due agenti di Polizia locale di Bari Si rivolsero ai clan: licenziate due agenti di Polizia locale di Bari Il provvedimento dopo un periodo di sospensione
Indice del clima 2024 del Sole 24 Ore: Bari è in testa per il bel tempo Indice del clima 2024 del Sole 24 Ore: Bari è in testa per il bel tempo Al terzo posto della top ten Barletta-Andria-Trani
Il 26 marzo s'inaugura il Tulipark a Bari Il 26 marzo s'inaugura il Tulipark a Bari L'accesso al pubblico sarà consentito dal giorno successivo, mercoledì 27 marzo
Commissione anti-mafia a Bari, Decaro: «Pronto a rinunciare alla scorta» Commissione anti-mafia a Bari, Decaro: «Pronto a rinunciare alla scorta» Il sindaco ha elencato in conferenza tutto quanto fatto in dieci anni contro la mafia, duro l'attacco ai parlamentari di centrodestra
© 2001-2024 PugliaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
PugliaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.