Polizia
Polizia
Cronaca

Ragazzini con un machete, il video shock pubblicato su Instagram. Identificati a Corato

Repentina risposta degli uomini della Polizia di Stato

Hanno scelto di mostrarsi su Instagram mentre maneggiavano, in piazza Abbazia, un machete pericolosissimo, quasi fosse uno strumento di gioco. Il video è poi diventato virale conquistando lo sdegno di migliaia di Coratini e numerose segnalazioni che hanno raggiunto anche la Polizia di Stato che, repentinamente, è intervenuta identificando i responsabili. Si tratta di tre ragazzi, appena maggiorenni e di un minorenne. Sono tutti volti noti alle forze dell'ordine.

I dettagli sono riportati dal portale CoratoViva.it

Negli ultimi giorni, anche in ragione della manifestata necessità di sicurezza palesata in diverse sedi anche istituzionali, sono stati intensificati i servizi di controllo del territorio, con particolare riferimento alla zona del centro storico nelle ore serali, mediante l'impiego dei poliziotti del Commissariato di P.S. di Corato e del Reparto Prevenzione Crimine "Puglia Centrale" di Bari.

Sono state anche eseguite delle perquisizioni domiciliari.

A seguito di attività d'indagine condotta dagli investigatori, unitamente a mirati servizi nell'ambito dei quali sono state eseguite anche alcune perquisizioni domiciliari, è stato possibile identificare un gruppo di ragazzi che, nei giorni precedenti, aveva divulgato in rete un video in cui si filmavano mentre maneggiavano un machete nel centro storico di Corato.

Gli intensificati servizi di controllo del territorio proseguiranno nei prossimi giorni, al fine di prevenire e contrastare reati in genere ed, in particolar modo, eventuali episodi di atti vandalici e aggressioni segnalati alle Autorità.
  • Polizia di Stato
Altri contenuti a tema
Nascondeva materiale pedopornografico nel pc: arrestato ex sacerdote 73enne Nascondeva materiale pedopornografico nel pc: arrestato ex sacerdote 73enne L'uomo ha cercato di nascondere il dispositivo, contenente video di minori intenti in atti sessualmente espliciti, in un grosso contenitore nel seminterrato
Lupara bianca a Canosa, così uccidevano e facevano sparire i cadaveri Lupara bianca a Canosa, così uccidevano e facevano sparire i cadaveri Efferati i delitti commessi da otto soggetti arrestati questa mattina, l'indagine coordinata dalla Procura della Repubblica di Bari
Padre ubriaco picchia la madre. Bimbo chiama la polizia e lo fa arrestare Padre ubriaco picchia la madre. Bimbo chiama la polizia e lo fa arrestare L'uomo è accusato di maltrattamenti in famiglia
Barletta, la Polizia di Stato salva una donna dal suicidio Barletta, la Polizia di Stato salva una donna dal suicidio Aveva perso il lavoro: ormai disperata aveva telefonato al marito per dirgli addio
«Lo devo sparare», i poliziotti sventano un agguato a Foggia «Lo devo sparare», i poliziotti sventano un agguato a Foggia Preso un 36enne
Associazione sovversiva di matrice neonazista: perquisizioni anche in provincia di Lecce Associazione sovversiva di matrice neonazista: perquisizioni anche in provincia di Lecce Maxi blitz della Polizia di Napoli. Sono 26 al momento gli indagati
Si costituisce uno degli evasi dal carcere di Trani Si costituisce uno degli evasi dal carcere di Trani De Noja si è consegnato in Questura accompagnato dal suo avvocato
Sfregia la moglie che gli nega un rapporto sessuale, la cronaca a Canosa di Puglia Sfregia la moglie che gli nega un rapporto sessuale, la cronaca a Canosa di Puglia L'uomo è stato arrestato a Ruvo dagli agenti della Polizia di Stato mentre cercava di fuggire
© 2001-2021 PugliaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
PugliaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.