Uffici giudiziari
Uffici giudiziari
Cronaca

Tangenti al dirigente della protezione civile per appalti Covid, parte il processo a Bari

L'imprenditore Donato Mottola avrebbe consegnato a Lerario 20mila euro nascosti in un pezzo di carne

Con la costituzione delle parti, l'ammissione delle prove e il deposito delle liste dei testimoni, ha preso il via ieri dinanzi al Tribunale di Bari il processo a carico di Donato Mottola, imprenditore di Noci accusato di corruzione per una presunta tangente da 20mila euro consegnata all'ex dirigente della protezione civile regionale Antonio Mario Lerario, il 22 dicembre scorso.

Secondo la ricostruzione degli inquirenti, la tangente sarebbe stata nascosta all'interno di un cesto natalizio, con un pezzo di manzo pregiato; in cambio - accusa la Procura di Bari - Mottola avrebbe chiesto l'affidamento di appalti legati anche all'emergenza Covid. Per questa vicenda Mottola è stato arrestato il 26 dicembre 2021 ed è tuttora agli arresti domiciliari. Lo stesso Lerario, dopo un periodo di detenzione in carcere, è attualmente detenuto ai domiciliari; il processo con rito abbreviato nei suoi confronti inizierà il 27 ottobre.

Come ricostruisce l'agenzia di stampa Ansa, a carico di Mottola ci sono, oltre ai tre interrogatori resi dall'imputato, alcune intercettazioni telefoniche. Una di queste, su richiesta del procuratore aggiunto Alessio Coccioli, sarà ascoltata in aula durante il processo. Si tratta della conversazione nella quale l'imprenditore diceva di aver consegnato a Lerario "la manzetta", intendendo un pezzo di carne particolarmente pregiato, e "la mazzetta", cioè i 20mila euro ritenuti dagli inquirenti una tangente.

Tra i testimoni che la difesa ha chiesto di citare figurano anche alcuni attuali ed ex dirigenti regionali, tra i quali lo stesso Lerario. Nella prossima udienza del 10 novembre saranno citati i primi sei testimoni dell'accusa, i finanzieri che hanno condotto le indagini. Nel processo è costituita parte civile la Regione Puglia.
  • Cronaca
Altri contenuti a tema
Aggredisce la madre e aizza il cane contro i passanti: arrestato 37enne ad Altamura Aggredisce la madre e aizza il cane contro i passanti: arrestato 37enne ad Altamura L'uomo è ritenuto responsabile di lesioni personali e resistenza a pubblico ufficiale
Maltempo in Salento: diversi danni in provincia di Lecce Maltempo in Salento: diversi danni in provincia di Lecce Tanti interventi da parte dei Vigili del Fuoco
Scontro tra auto in provincia di Brindisi: muore un 78enne Scontro tra auto in provincia di Brindisi: muore un 78enne Il sinistro è avvenuto sulla provinciale Tuturano-Mesagne
Studentessa 14enne morta in casa a Trani: disposta l'autopsia Studentessa 14enne morta in casa a Trani: disposta l'autopsia L'esame consentirà di capire la causa del decesso
Fatture per operazioni inesistenti: sequestro di 4 milioni per un'azienda di Gioia del Colle Fatture per operazioni inesistenti: sequestro di 4 milioni per un'azienda di Gioia del Colle Documentazione falsa rintracciata dalla Guardia di Finanza
Furti d'auto a Cerignola: 13 arresti nelle ultime settimane Furti d'auto a Cerignola: 13 arresti nelle ultime settimane Recuperate 30 autovetture dai Carabinieri
Mafia, condanne definitive per due clan in Salento: 27 arresti Mafia, condanne definitive per due clan in Salento: 27 arresti Le pene indirizzate a cittadini italiani e albanesi
Ordini di droga online a Taranto: 4 arresti Ordini di droga online a Taranto: 4 arresti Le indagini sono partite dal novembre 2021
© 2001-2022 PugliaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
PugliaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.