Sesso in spiaggia
Sesso in spiaggia
Attualità

Godetevi le spiagge ma non troppo: a Trani la "voglia matta" sulla spiaggia

ll video diventato virale e l'ironico commento del Sindaco. Ma il fatto costituisce un reato penale

Non c'è da meravigliarsi che sia diventato virale il video che riprende la "performance" di una coppia sulla spiaggia di Capo Colonna a Trani, che definiremo "incredibile" per il fatto che sia avvenuta in pieno giorno e alla presenza di numerosi altri avventori, tra cui alcuni giovani che raccolgono le loro cose con evidente imbarazzo, o forse proprio con quella "reazione emotiva immediata di disagio, turbamento e repulsione" come definita dalla Corte di Cassazione.

La coppia, che non ha saputo (o evidentemente voluto, dal momento che dal video pare che uno dei due guardi diretto verso il cellulare che riprendeva la scena) trattenere le proprie voglie, appare nel video in una dinamicità che evidentemente non era quella nelle intenzioni dell'Amministrazione che lo scorso anno aveva definito quel tratto di costa recuperato alla fruibilità dei bagnanti "spiaggia dinamica".

E infatti l'ironia social che si sta diffondendo ha coinvolto anche proprio per questa ragione il nostro Sindaco, che ha postato un fotogramma del video con un commento che fa sorridere ma che evidentemente è un richiamo alla compostezza che luoghi di aggregazione pubblici dovrebbero portare con sè: «Avevamo pensato di realizzare nuovi tratti di costa fruibili. Avevamo pensato di realizzare nuovi luoghi di incontro e aggregazione. Forse, però, avete un po' esagerato!».

Ironia a parte c'è da ricordare che esiste un articolo del codice penale che sanziona gli atti osceni in luogo pubblico:
Chiunque, in luogo pubblico o aperto o esposto al pubblico compie atti osceni è soggetto alla sanzione amministrativa pecuniaria da euro 5.000 a euro 30.000.
Si applica la pena della reclusione da quattro mesi a quattro anni e sei mesi se il fatto è commesso all'interno o nelle immediate vicinanze di luoghi abitualmente frequentati da minori e se da ciò deriva il pericolo che essi vi assistano. E nello specifico, come accennato, la Corte di Cassazione ha avuto modo di precisare che, sono considerati osceni quegli atti che tenuto conto della sensibilità dei consociati di normale levatura morale, intellettuale e sociale, suscitano una reazione emotiva immediata di disagio, turbamento e repulsione ": la stessa che ha allontanato i ragazzi dalla spiaggia e che in questo momento stanno provando, tra tante battute, tantissimi cittadini.
  • Trani
Altri contenuti a tema
Evasi dal carcere di Trani: ritrovato uno dei due fuggitivi Evasi dal carcere di Trani: ritrovato uno dei due fuggitivi Le ricerche stanno avvenendo a tappeto in tutto il territorio
Vandalismo notturno a Trani: in azione un gruppo di teppisti Vandalismo notturno a Trani: in azione un gruppo di teppisti Indignazione social per quanto accaduto
Trani, il ladro seriale delle mance beccato e riconosciuto dalle telecamere Trani, il ladro seriale delle mance beccato e riconosciuto dalle telecamere In un bar del centro, il salvadanaio accanto alla cassa sottratto alla prima distrazione
Una ragazza ferita con un proiettile in una discoteca a Trani Una ragazza ferita con un proiettile in una discoteca a Trani Una rissa sarebbe degenerata a colpi di pistola: la giovane colpita accidentalmente
Processo discarica a Trani: assolti tutti i 21 imputati Processo discarica a Trani: assolti tutti i 21 imputati Si tratta di ex amministratori a cui erano contestati a vario titolo diversi reati
Incendio del Macao a Trani, una portavoce del locale: «Caro sindaco, il silenzio e la paura diventano complici dei criminali» Incendio del Macao a Trani, una portavoce del locale: «Caro sindaco, il silenzio e la paura diventano complici dei criminali» Lettera aperta al primo cittadino dopo quanto accaduto
Turismo: c'è anche Trani tra i trenta Comuni in un progetto della Chambre de Commerce Italienne di Nizza Turismo: c'è anche Trani tra i trenta Comuni in un progetto della Chambre de Commerce Italienne di Nizza Obiettivo è creare una connessione le comunità italiane e la vivace realtà culturale della Costa Azzurra
Tentata induzione indebita e falso ideologico: condannato Carlo Maria Capristo, ex procuratore di Trani Tentata induzione indebita e falso ideologico: condannato Carlo Maria Capristo, ex procuratore di Trani La sentenza di primo grado emessa dalla sezione penale del Tribunale di Potenza, presieduta da Rosario Baglioni
© 2001-2024 PugliaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
PugliaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.