Sequestro porto di Bari
Sequestro porto di Bari
Cronaca

Quasi 120mila calzature di contrabbando sequestrate nel porto di Bari

L'azione è frutto di un importante Protocollo di Intesa siglato tra Guardia di Finanza e Agenzia Dogane e Monopoli

Nei primi mesi del 2024, i Finanzieri del II Gruppo Bari e i Funzionari di Bari dell'Agenzia delle Dogane e dei Monopoli hanno sequestrato, nel Porto di Bari, 118.556 calzature in procinto di essere introdotte illecitamente sul territorio nazionale.

In attuazione di uno specifico Protocollo di Intesa siglato tra Guardia di Finanza e Agenzia Dogane e Monopoli, è stata posta in essere una mirata analisi di rischio che ha consentito di individuare e sottoporre a controllo, in quattro distinte operazioni, altrettanti mezzi che trasportavano calzature.
Nonostante l'apparente riconducibilità della documentazione di accompagnamento al tipo di merce trasportata (diretta in diverse aree del territorio nazionale), i riscontri fisici sui carichi hanno fatto emergere carenze ed incongruenze in ordine alla quantità, alla qualità e al valore dichiarato dei beni trasportati. In seguito all'approfondimento effettuato sull'ulteriore documentazione richiesta ai mittenti delle spedizioni, è stato possibile accertare che le calzature stavano per essere introdotte sul territorio comunitario in violazione degli obblighi di pagamento dei diritti di confine dovuti.

Gli operanti, quindi, hanno proceduto al sequestro della merce e dei mezzi di trasporto e alla denuncia di sei soggetti per le ipotesi di reato di contrabbando ex artt. 25 e 292 del Testo Unico delle Leggi Doganali (si tratta, in ogni caso, di accertamenti compiuti nella fase delle indagini preliminari che necessitano della successiva verifica processuale in contraddittorio con la difesa), accertando diritti dovuti (dazi ed IVA) per un totale di quasi 200.000 euro.

Il risultato ottenuto testimonia ancora una volta l'importanza dell'attività sinergicamente svolta, nel sedime portuale di Bari, dall'Agenzia delle Dogane e dei Monopoli e dalla Guardia di Finanza a contrasto delle frodi doganali e a tutela delle risorse economiche e finanziarie dell'Unione Europea e dello Stato nonché della libera concorrenza e delle imprese rispettose delle regole.
  • Bari
Altri contenuti a tema
A Bari 20mila euro di sanzioni nel primo giorno di controlli su bici elettriche e scooter A Bari 20mila euro di sanzioni nel primo giorno di controlli su bici elettriche e scooter Le attività della Polizia Locale si sono svolte ieri pomeriggio in piazza del Ferrarese
Mistero a Carbonara di Bari: due giovani feriti con colpi di pistola Mistero a Carbonara di Bari: due giovani feriti con colpi di pistola Si sono presentati spontaneamente in ospedale, indagi in corso della polizia
Primarie del centrosinistra a Bari, è guerra a colpi di sondaggi Primarie del centrosinistra a Bari, è guerra a colpi di sondaggi Due diverse rilevazioni effettuate nei giorni scorsi hanno dato esito opposto. L'affondo di Laforgia
Si rivolsero ai clan: licenziate due agenti di Polizia locale di Bari Si rivolsero ai clan: licenziate due agenti di Polizia locale di Bari Il provvedimento dopo un periodo di sospensione
Indice del clima 2024 del Sole 24 Ore: Bari è in testa per il bel tempo Indice del clima 2024 del Sole 24 Ore: Bari è in testa per il bel tempo Al terzo posto della top ten Barletta-Andria-Trani
Il popolo del centrosinistra a Bari con Antonio Decaro Il popolo del centrosinistra a Bari con Antonio Decaro Questa mattina è andata in scena in piazza del Ferrarese la manifestazione "Giù le mani da Bari"
Il 26 marzo s'inaugura il Tulipark a Bari Il 26 marzo s'inaugura il Tulipark a Bari L'accesso al pubblico sarà consentito dal giorno successivo, mercoledì 27 marzo
Commissione anti-mafia a Bari, Decaro: «Pronto a rinunciare alla scorta» Commissione anti-mafia a Bari, Decaro: «Pronto a rinunciare alla scorta» Il sindaco ha elencato in conferenza tutto quanto fatto in dieci anni contro la mafia, duro l'attacco ai parlamentari di centrodestra
© 2001-2024 PugliaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
PugliaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.