Finanza
Finanza
Cronaca

Sequestrati ad Andria quasi 140mila articoli per la casa

Operazione della Guardia di Finanza: prodotti di dubbia origine

Nell'ambio di attività di controllo economico svolta sull'intero territorio provinciale, i Finanzieri del Comando Provinciale di Barletta, agli ordini del Colonnello Pierluca Cassano, in distinti interventi eseguiti nei giorni scorsi, hanno sottoposto a sequestro oltre 138.000 prodotti privi dei requisiti di sicurezza e potenzialmente dannosi per la salute dei consumatori.

In particolare, i militari della Compagnia di Trani, a fronte di due accessi nei confronti di esercizi commerciali esercenti rispettivamente le attività di commercio al dettaglio di confezioni per adulti e di empori e negozi non specializzati di prodotti non alimentari, hanno riscontrato la presenza negli scaffali dei due negozi di accessori per scarpe, plantari e stoviglie di plastica monouso, tutti privi delle indicazioni di sicurezza previste dal Codice del Consumo, per un totale di 42mila pezzi.

Le Fiamme Gialle di Andria, agli ordini del Capitano Cosimo Carafa, in un intervento presso analoga attività commerciale, hanno rinvenuto e sequestrato 90 mila articoli di diversa natura tra cui accessori per la casa, oggetti di ferramenta, prodotti per la pulizia e la cura della persona e per gli animali domestici; presso il mercato settimanale, inoltre, sono stati sequestrati ad un venditore ambulante oltre 4 mila accessori moda non sicuri, poiché realizzati con materiali infiammabili o, comunque, di indubbia origine. Da ultimo, i finanzieri della Tenenza di Margherita di Savoia hanno eseguito il sequestro di oltre 2 mila prodotti per la cura della persona.

I prodotti sequestrati presso le diverse attività commerciali sono risultati non conformi agli standard previsti dalla normativa europea e nazionale, poiché privi di qualsivoglia informazione indispensabile per il consumatore, ovvero la presenza di eventuali sostanze nocive, le precauzioni d'uso, la composizione dei materiali costitutivi e la loro descrizione in lingua italiana; soltanto l'apposizione di tali diciture sulle confezioni delle merci in vendita, infatti, garantisce all'acquirente finale la consapevolezza della qualità del prodotto e, soprattutto, il suo utilizzo in piena sicurezza.

I responsabili delle attività commerciali sono stati segnalati alla competente Camera di Commercio. Sono in corso da parte dei Finanzieri ulteriori approfondimenti per riscontrare eventuali violazioni di carattere fiscale e doganale. Contrastare la diffusione di prodotti non conformi rispetto agli standard di sicurezza significa contribuire a garantire una protezione efficace dei consumatori e un mercato competitivo ove gli operatori economici onesti possano beneficiare di condizioni eque di concorrenza.
  • Cronaca
Altri contenuti a tema
Aggredisce la famiglia con un martello in provincia di Taranto: 34enne arrestato Aggredisce la famiglia con un martello in provincia di Taranto: 34enne arrestato L'episodio è avvenuto a Statte. L'uomo è accusato di maltrattamenti e lesioni
Rubano prosciutti per un valore di 200mila euro: eseguiti arresti anche a Cerignola Rubano prosciutti per un valore di 200mila euro: eseguiti arresti anche a Cerignola I presunti autori del furto, avvenuto in provincia di Udine, sarebbero sette
Maltrattamenti contro la moglie disabile: arrestato un 76enne in Salento Maltrattamenti contro la moglie disabile: arrestato un 76enne in Salento La donna ha avuto il coraggio di denunciare l'uomo dopo anni di soprusi
Uccisa donna 81enne a San Giovanni Rotondo Uccisa donna 81enne a San Giovanni Rotondo Fermato un 43enne uscito ricoperto di sangue dall'abitazione della vittima
Uomo gambizzato al quartiere San Paolo di Bari Uomo gambizzato al quartiere San Paolo di Bari Si tratta di un 23enne, non è in pericolo di vita. Indaga la polizia
Illeciti su bonus edilizi in Salento: 10 indagati Illeciti su bonus edilizi in Salento: 10 indagati Disposto un sequestro preventivo di denaro e beni per circa 500mila euro
Villette a ridosso del mare, ma abusive: sequestrato il cantiere a Bari Villette a ridosso del mare, ma abusive: sequestrato il cantiere a Bari Sigilli ad un'area di circa 2.100 metri quadrati, quattro persone denunciate
Incidente mortale a Fasano: deceduto un 40enne Incidente mortale a Fasano: deceduto un 40enne Il sinistro ha visto lo scontro tra auto e moto
© 2001-2024 PugliaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
PugliaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.