Questura
Questura
Cronaca

Andria, pregiudicato con sorveglianza speciale commette estorsioni ed un tentato omicidio in poche ore

La Polizia di Stato esegue un’ordinanza di custodia cautelare nei confronti del 31enne

Un 31enne pluripregiudicato andriese, in meno di 24 ore, si è reso protagonista di un tentato omicidio, estorsioni, resistenza a Pubblico Ufficiale e violazione delle prescrizioni della sorveglianza speciale di Pubblica Sicurezza. Arrestato dai poliziotti delle Volanti della Questura di Andria a seguito di ordinanza di custodia cautelare.

Questi i fatti: alle prime luci dell'alba di domenica 4 febbraio 2024, il 31enne, incurante del divieto di uscire di casa prima delle 06:00 come prescrizione della Sorveglianza Speciale a cui è sottoposto, a bordo di uno scooter si è recato presso un distributore di benzina ed ha iniziato a chiedere con insistenza 50 € all'operatore addetto; davanti ai reiterati rifiuti, l'indagato ha raggiunto il gabbiotto lì presente e s'è impossessato del telefono cellulare di proprietà dell'addetto, dicendogli che gliel'avrebbe restituito solo se gli avesse consegnato il denaro richiesto. Il dipendente del distributore, intimorito dalla crescente aggressività del 31enne, alla fine gli ha consegnato 30 €; al che, l'uomo è rimontato sullo scooter e si è allontanato.

Alle 13:00 circa della stessa giornata, una "Volante" della Questura di Via dell'Indipendenza ha incrociato il pluripregiudicato a bordo dello stesso scooter; dal momento che il ciclomotore era privo di targa ed il conducente (già ampiamente noto) privo di casco e di patente di guida, gli veniva intimato l'"ALT". Il conducente, tuttavia, ha aumentato l'andatura percorrendo una serie di vie del centro contromano ed a folle velocità, mettendo a repentaglio l'incolumità di pedoni ed automobilisti; alla fine, ha fatto perdere le proprie tracce.

Quella stessa sera, l'indagato ha raggiunto (sempre a bordo dello stesso scooter) una farmacia cittadina, dove si è ripetuto il copione della mattinata: ha minacciato il titolare di "spaccare tutto" se non gli avesse dato 50 €, ottenendo dal farmacista quanto richiesto. Inforcato lo scooter, si è recato presso una sala scommesse del centro cittadino, nei pressi della quale ha incontrato casualmente il titolare del distributore al cui collaboratore aveva precedentemente estorto il denaro: ne è nata quindi una discussione dai toni accesi.

Il 31enne, dopo la discussione, si si è allontanato per poi tornare, pochi minuti dopo, armato di un paio di forbici, tentando di colpire con violenza il titolare del distributore prima al collo, poi al petto; solo la resistenza attiva della vittima dell'aggressione e l'intervento di un terzo soggetto lì presente hanno consentito di evitare il peggio, poiché l'aggressore è stato disarmato e si è quindi allontanato.

Nelle ore successive ai fatti, equipaggi delle "Volanti" della Questura hanno tentato più volte di rintracciare il noto pluripregiudicato presso la sua residenza, constatandone però l'assenza (e, quindi, anche la violazione della prescrizione della sorveglianza speciale di non rincasare più tardi delle ore 22:00).
  • Andria
Altri contenuti a tema
Aggredito in casa dal suo Pitbull ad Andria: uomo in ospedale Aggredito in casa dal suo Pitbull ad Andria: uomo in ospedale È accaduto nel pomeriggio di ieri. I Vigili del fuoco l'hanno prelevato dal balcone
Notte di lavoro in via Bisceglie ad Andria per il varo del ponte Notte di lavoro in via Bisceglie ad Andria per il varo del ponte Avanti con i lavori di interramento dei binari di Ferrotranviaria
Fuga dopo un incidente ad Andria: rintracciato dalla polizia locale Fuga dopo un incidente ad Andria: rintracciato dalla polizia locale L'episodio risale al 4 aprile scorso in viale Venezia Giulia
Fermate ed identificate due ladre di appartamento ad Andria Fermate ed identificate due ladre di appartamento ad Andria Avrebbero effettuato alcuni colpi nella zona centrale della città
Furto d'auto, arrestato un 45enne di Andria Furto d'auto, arrestato un 45enne di Andria L'uomo aveva già diversi precedenti penali
Ritrovato Giorgio Tesse, il ragazzino di 14 anni di Andria Ritrovato Giorgio Tesse, il ragazzino di 14 anni di Andria Era fuggito lunedì 15 aprile dalla comunità educativa di Latiano, nel brindisino
Andria sotto shock per la morte della podista Marilena Brudaglio Andria sotto shock per la morte della podista Marilena Brudaglio La 47enne è stata investita stamattina mentre si allenava su via Castel del Monte
Effetto psicosi: nuovo allarme bomba ad Andria Effetto psicosi: nuovo allarme bomba ad Andria In corso l'evacuazione della scuola "Vittorio Emanuele"
© 2001-2024 PugliaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
PugliaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.