Filippo Caracciolo
Filippo Caracciolo
La Puglia in pratica

Ambiente, mare, sanità: obiettivo PNRR

Approfondimento sullo stato dei lavori per Ariscianne, Ciappetta-Camaggi, Parco Ofanto e non solo

«Dopo i lavori di manutenzione ordinaria e straordinaria finalizzata al ripristino della continuità idraulica ed ambientale del collettore generale e dei suoi colatori affluenti in loco, ho ritenuto importante focalizzare l'attenzione su Ariscianne, tra le aree del nostro territorio maggiormente maltrattate dal punto di vista ambientale». Prosegue il corposo excursus sulle recenti attività da parte del capogruppo PD Filippo Caracciolo.

«Abbiamo stanziato grazie alla Regione Puglia una cifra pari a 300mila euro, e i lavori nell'area favoriranno il recupero di una zona dal grande valore logistico e naturalistico. Tra le mie intenzioni attuali c'è la realizzazione di lavori di manutenzione ordinaria straordinaria nei punti più critici come lo sfocio a mare, gli incroci di confluenza del Ciappetta-Camaggi e dei colatori al collettore generale.

Per il canale Ciappetta-Camaggi luogo a lungo abbandonato e oggetto di sversamento dei rifiuti, sono in corso i lavori di AQP per l'innesto del nuovo by-pass di attraversamento del canale e la sostituzione di una valvola a fuso non funzionante. Un intervento tanto atteso, da più di dieci anni, essenziale perché servirà a mitigare il rischio idrogeologico che caratterizza la zona a causa delle esondazioni del canale in caso di piogge abbondanti e che quindi provoca ingenti danni ai residenti e alle attività commerciali. Un impegno che deve essere continuo, con lavori di rimozione dei rifiuti abbandonati nel corso d'acqua.

La realizzazione del dragaggio del porto di Barletta è un'opera estremamente delicata e complicata. Entrando nel dettaglio, l'Arpa ha accertato che i sedimenti da dragare presenti all'imboccatura del porto non sono inquinanti, per cui possono essere sversati a 5-6 miglia dalla costa, in un'area già individuata, ma non possono essere utilizzati per il ripascimento costiero. I fanghi sotto banchina presentano invece residui inquinanti, motivo per cui verranno destinati alla cassa di colmata di Marisabella nel Porto di Bari: in totale si tratta di circa 150 mila tonnellate di fanghi. L'obiettivo di questi lavori è portare la profondità a 8 metri per consentire l'ingresso nel porto a navi da 10 mila tonnellate, mentre oggi il limite massimo è fissato a 6 mila. Ciò garantirà un maggiore afflusso all'infrastruttura portuale.

Il Parco Naturale Regionale denominato "Fiume Ofanto" - Come dico da anni, è necessario offrire quanto prima alle comunità locali ricadenti nel Parco Naturale l'organo gestionale capace di perseguire le finalità per le quali lo stesso parco è stato istituito, e per adottare finalmente indispensabili strumenti di programmazione quali: il Piano Territoriale dell'Area Naturale Protetta; il Piano Pluriennale Economico Sociale dell'Area Naturale Protetta; ed il Regolamento dell'Area Naturale Protetta.

L'Acquedotto Pugliese ha di recente appaltato il progetto esecutivo relativo agli "Interventi propedeutici al risanamento degli scarichi sul Lungomare di Ponente – a Barletta" dell'importo complessivo di quadro economico di € 3.566.000,00, di cui circa € 3.210.000,00 per la quota parte lavori. Finalità dell'intervento è l'efficientamento dell'esistente sistema di raccolta e allontanamento fognario della zona del Lungomare di Ponente. Il completamento degli interventi precedentemente descritti consentirà di disporre di un sistema fognario più performante e affidabile, scongiurando il rischio di rotture e sversamenti nella zona del lungomare di Ponente».

In conclusione, viene posta attenzione anche sul tema della sanità, centrale in questo momento storico. «La sesta provincia, ultima nata tra le sei pugliesi, non è esente dalle problematiche nel campo della sanità, poiché tutti i territori meritano lo stesso rispetto. La sanità non ha colore politico, è un bene che va difeso. Il nuovo ospedale di Andria è necessario per garantire al nostro territorio un punto di riferimento nel trattamento delle emergenze e urgenze, come è
necessario recuperare la funzionalità dell'ospedale di Barletta come polo oncologico. Tra i miei obiettivi per il prossimo anno c'è quello di lavorare per dotare l'ospedale di Barletta di nuovi 120 posti letto, già autorizzati. Occorre potenziare la rete dei poliambulatori e dei distretti per fornire servizi sanitari d'eccellenza».

«Ho voluto raccontare tutto ciò che abbiamo fatto, a fatica, in questi anni, perché il lavoro non è affatto finito – conclude Caracciolo in questo approfondimento - I fondi del PNRR saranno necessari a continuare quello che è stato iniziato, a rafforzare gli interventi dove serve e a garantire una continuità per quei progetti che sono a lungo termine, che danno e daranno ricchezza, stabilità e occupazione al nostro territorio, e che hanno una durata che non si limita a uno o a due mandati politici, ma che deve continuare nel tempo».
  • Partito Democratico
Altri contenuti a tema
Via libera al dragaggio del porto di Barletta Via libera al dragaggio del porto di Barletta Aggiudicato l’appalto, interventi in due fasi per un costo di circa 6 milioni di euro
Grandi elettori, in Puglia il PD converge sui nomi di Emiliano e Capone Grandi elettori, in Puglia il PD converge sui nomi di Emiliano e Capone Confermato il "lodo" Caracciolo: converge sulla proposta del capogruppo anche la consigliera Ciliento
Risanamento coste e impianti di acque reflue, il punto nelle città della Bat Risanamento coste e impianti di acque reflue, il punto nelle città della Bat Caracciolo: «Fondamentale il finanziamento di 15 milioni di euro per la riqualificazione costiera»
La Puglia in pratica, i risultati del 2021 La Puglia in pratica, i risultati del 2021 Filippo Caracciolo: «È stato un anno all’insegna di transizione ecologica e culturale, sostenibilità e parità di genere»
Congresso PD, tutto da rifare. Letta commissaria il partito Congresso PD, tutto da rifare. Letta commissaria il partito Annullati anche i congressi provinciali e locali
Lacarra unico candidato alla segreteria regionale del Partito Democratico Lacarra unico candidato alla segreteria regionale del Partito Democratico Il deputato è segretario uscente
© 2001-2022 PugliaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
PugliaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.